Come contrastare la sindrome del tunnel carpale

admin marzo 29, 2013 0

Quella della sindrome del tunnel carpale è una condizione molto fastidiosa e dolorosa della quale soffrono diverse persone, tale sindrome di manifesta con il formicolio alla mano, forte dolore durante la notte specialmente alle dita e quando il polso si trova in una condizione di sforzo. Fino a prima dell’avvento del computer soffrivano di questa sindrome solo le persone che facevano lavori manuali, infatti i più colpiti erano i falegnami, le sarte, le ricamatrici, ecc. La ritenzione idrica è anch’essa una delle cause della sindrome del tunnel carpale, poiché trattenendo i liquidi, i tendini si inspessiscono e causano quindi il restringimento del tunnel carpale. Attualmente con l’uso frequente dei computer e quindi della tastiera e del mouse, un po’ tutte le persone possono essere colpite da questa brutta sindrome, ma fortunatamente esistono diversi metodi che aiutano ad alleviare il dolore e a contrastare l’accrescimento del fastidio. Esistono infatti alcuni rimedi naturali molto efficaci, ad esempio la curcuma, che è una comune spezia da cucina, ha proprietà antinfiammatorie, aiuta a mantenere basso il livello delle prostaglandine e può essere assunta sottoforma di capsule. Le prostaglandine, come anche la produzione di leucotrieni, i quali favoriscono le infiammazioni, sono tenuti sotto controllo da una resina detta Boswellia. Il gonfiore può essere combattuto con il Ginkgo, il suo estratto, preso dalle foglie dell’albero, può essere concentrato in capsule. E’ inoltre importante assumere alimenti che contengano la vitamina B6 e la vitamina C. La bromellina, grazie alle sue proprietà antinfiammatorie, deve essere assunta nel caso sia necessario operarsi al tunnel carpale. Inoltre è molto importante praticare degli esercizi che vi aiutino a distendere e ad allungare i tendini, oltre ad assumere erbe curative. Tra gli esercizi ce ne è uno molto semplice da fare più volte nella giornata: appoggiate l’avambraccio su un piano e con la mano opposta aiutatevi a tirare le dita all’indietro, verso di voi, tirate per almeno 5 secondi e poi passate all’altro braccio. Utilizzate anche un tutore se è necessario, oppure una fascia che tenga ben saldo il polso. L’agopuntura e l’idroterapia possono essere anch’esse delle soluzioni naturali molto efficaci poiché alleviano l’infiammazione e stimolano la circolazione sanguinea.

Commenta articolo »